Chi Corre Naturale poi…
ci mette la faccia!



Paola Bellicchi


RUNNER E TRAIL RUNNER


Era un giorno come tanti altri: stavo guardando facebook e scorrendo tra un post e l’altro vidi la pubblicità di “Correre Naturale”. Colpita dal logo e dal colore del sito, misi subito un bel “mi piace” e, proprio da quel like, ebbe inizio il mio “viaggio”. Lessi tutte le informazioni nei minimi dettagli e vidi che stavano organizzando un workshop a Milano. Incuriosita decisi di iscrivermi immediatamente e non vedevo l’ora di partecipare al seminario del primo marzo 2015.
Fu un incontro davvero carico di significato: a fine giornata tornai a casa con talmente tanti spunti e informazioni sul mondo della corsa e del movimento, che capii subito che d’ora in avanti sarebbero cambiate le cose. Daniele, attraverso la sua esperienza, riuscì a catturare la mia attenzione: per la prima volta ebbi la sensazione di aver trovato qualcosa di diverso, di adatto alla mia situazione, qualcosa che finalmente avrebbe potuto porre fine ai miei disagi, probabilmente legati a una tecnica sbagliata di corsa.
Non potevo più accettare di avere dolori legati allo sport che amo e di cui non posso fare a meno: la corsa deve essere uno svago, un momento di evasione dal quotidiano; per me invece era diventata un incubo. Per un lungo periodo avevo cercato qualcuno che fosse in grado di darmi delle spiegazioni: mi ero rivolta a osteopati, fisioterapisti e ortopedici, avevo cambiato addirittura 4 tipi di plantari ma nulla: l’unica cosa che mi ero sentita dire fu quella di dover abbandonare la corsa. E per me, questo era impensabile.
Sono trascorsi tre mesi da quando ho iniziato l’allenamento e il programma di transizione con Daniele e i miei piedi stanno veramente cambiando aspetto: l’appoggio è cambiato, la pianta si è allargata, il dolore al metatarso è magicamente sparito e le dita sono distese e aperte. Il dolore e la fatica? Sono ormai un ricordo, oggi corro molto di più, mi sento meno affaticata e, cosa più importante, mi sento bene dopo l’allenamento. Con tanto lavoro e impegno, sono riuscita a terminare la gara Cortina Dobbiaco di 30 km nel migliore dei modi. Per me è stata una grande soddisfazione!
Sono solo all’inizio di questo nuovo approccio a corsa e movimento, ho ancora molto da imparare, ma uno degli obiettivi sarà sicuramente correre la mia prima 42 km nel modo più naturale possibile, di portarla a termine con il sorriso e l’indomani poter correre di nuovo!
Grazie Daniele!


Roberta Liguori


TRAINER, MENTAL COACH, SCRITTRICE E TRIATLETA


Corro da anni e ho già partecipato a maratone e mezze maratone. Ogni gara però, era per me uno sforzo immane. Correvo più “di testa” che grazie a un consapevole uso del mio corpo e a causa della mancanza di tecnica il recupero muscolare dopo ogni gara era molto difficoltoso, gli allenamenti lunghi mi sfibravano e avevo spesso infortuni.
Daniele ha rivoluzionato il mio modo di correre. Ora, grazie alle tecniche di corsa naturale apprese, mi godo appieno la gioia del correre. Compio uno sforzo infinitamente minore, vado più veloce, non ho più infortuni.Posso allenarmi a compiere distanze sempre più lunghe e finalmente mi alleno per realizzare uno dei miei sogni: terminare un ironman.


Francesco Arone


GUINNES WORLD RECORDS – UOMO PIÙ VELOCE AL MONDO SUI 100 KM, CORSI A PIEDI NUDI (BAREFOOT)


Ho tardato a postare un commento per verificare e abituarmi ad alcune tecniche che mi sono state insegnate al corso dal Dottor Daniele Vecchioni.
I miglioramenti li ho avuti sotto ogni aspetto, ora queste nuove consapevolezze mi daranno nuovi stimoli per nuovi obbiettivi sportivi.
Grazie a tutto lo staff di Correre naturale per la simpatia, umiltà, educazione e professionalità con cui si rapportano con noi corsisti.


Diego Zarantonello


ESPERTO IN HEBERTISMO – METODO NATURALE


Ci sono svariate cose che un essere umano, a mio avviso e per la mia esperienza, dovrebbe obbligatoriamente conoscere o fare per essere più “adatto alla vita”;
Tra queste frequentare un corso di primo soccorso, mangiare sano, acquisire consapevolezza del proprio corpo interno ed esterno e partecipare ad un workshop di Correre Naturale con Daniele Vecchioni e il suo team!


Nicola Degli Esposti


OSTEOPATA D.O. FISIOTERAPISTA E TRAIL RUNNER


Quando, casualmente, sono entrato per la prima volta nel sito di Correre Naturale, ho avuto subito la percezione di imbattermi in qualcosa di veramente utile, nuovo e che si avvicinava in modo incredibile a come io intendo la mia professione di osteopata e fisioterapista e la mia passione per la corsa. Qualcosa che faceva dell’armonia del gesto, della naturalezza dei movimenti, della globalità, dell’integrità e del rispetto verso il nostro corpo la linea guida per poter raggiungere una stato di benessere e una performance psico-fisica ottimali! Ho contattato immediatamente Daniele Vecchioni e già dopo poche parole scambiate con lui ho capito che quello che scriveva nel sito corrispondeva effettivamente a come è lui: spontaneo, limpido, ricco di contenuti, in una parola…NATURALE!!
Ho avuto il piacere di ospitare lui ed il suo affiatatissimo e simpaticissimo staff per due volte nel mio Studio Professionale, in occasione di due rispettivi seminari con workshop di tecnica di corsa e le aspettative sono state sempre abbondantemente soddisfatte: preparazione tecnica, conoscenza della biomeccanica umana, capacità didattica ed esperienza nel settore, oltre che un’umiltà fuori dal comune, sono stati gli ingredienti fondamentali per l’ottima riuscita degli eventi. Sia io in prima persona che tutti gli altri partecipanti sono ritornati a casa con nuove conoscenze teoriche, nuove consapevolezze e con in mano le giuste armi pratiche per iniziare a modificare davvero la loro condizione di salute e le loro performance sportive, qualsiasi fosse il livello da cui si partiva. Appoggio su tutta la linea il progetto che lo staff di Correre Naturale sta diffondendo in giro per l’Italia, perché non ne esiste uno simile, è adatto a chiunque, promuove un concetto che per me è fondamentale nel percorso di ricerca della salute a lungo termine e cioè quello di avere maggiore consapevolezza di come funzione il nostro troppe volte bistrattato corpo umano e soprattutto di rispettarlo se si vuole avere da lui le risposte che ci aspettiamo!! Bravo Daniele! Continua cosi!!!


Massimo Sabbatini


IRONMAN FINISHER


Adesso posso dirlo: “I’m an IRONMAN”.
Un ringraziamento particolare al Coach di Correre Naturale e ancor prima grande uomo di cui ho stima assoluta, Daniele Vecchioni.
Concludere una maratona Ironman dopo 3.8km di nuoto e 180km in bici senza alcun dolore (se non la grande stanchezza e affaticamento muscolare, ovvio) è soprattutto merito suo e dei suoi insegnamenti di tecnica di corsa resa più efficiente e meno traumatica per articolazioni, schiena, tendine d’achille…usando un suo modo di dire ho tolto molti “freni a mano”!
Grazie Daniele!


Marco Albanese


RUNNER CHE ASPIRA ALLA “NATURALITÀ”


Grazie Daniele, Paolo e Paola per averci trasmesso consapevolezza ed…entusiasmo, nel segno che le cose più semplici sono quelle più profonde ed autentiche.
La corsa esprime uno stato naturale e recuperarne l’essenza è come viaggiare nel tempo e in se stessi, recuperandosi dentro…fin dalle punta dei propri piedi.
Correre Naturale mi ha insegnato a gestire più consapevolmente il senso di una corsa libera e dinamica che in un giorno è divenuta veramente più performante.
Per questo, tornando da questa bella domenica a Canneto, dove sono riusciti a far correre con entusiasmo anche mia moglie, dico a tutti di conoscere Daniele ed il suo team, investendo 8 ore del proprio tempo in un percorso che vi porterà a correre in maniera semplice naturale, a comprendere che una buona corsa parte da un piede sano e da una scarpa giusta.
Ma soprattutto che si può anche fare una maratona al mese, mettendo da parte infortuni e dolori vari con una scorta di endorfine…allo stato puro.
Stamattina alle 6, ho corso 10 km a ritmo sostenuto per poi lavorare fino alle 20 e 30…magari domani ci riprovo.
Insomma, un’esperienza che vi consiglio perché, una volta a casa, vi accorgerete di avere qualcosa di più.


Andrea Mondini


TRAIL RUNNER


Prima esperienza ad un Seminario di Correre Naturale: fin dall’arrivo si respira subito una bella atmosfera allegra con la voglia di passare una bella giornata in compagnia all’insegna dello sport e della passione per la corsa che ci accomuna tutti. Il bilancio finale è assolutamente positivo, torno a casa con ancora piu voglia di allenarmi e migliorare la mia corsa, ma soprattutto quello che mi e piaciuto di piu è stato l’approccio non centrato sulla corsa come prestazione agonistica, ma sul migliorare la propria corsa come gesto naturale da fare per il piacere di farlo! E poi complimenti per l’organizzazione: teoria introduttiva al mattino e messa in pratica al pomeriggio, tanto arrosto e poco fumo!


Lorenzo Olivieri


BLOGGER, IMPRENDITORE E ORGANIZZATORE DI EVENTI


Ho conosciuto Daniele a Milano durante un evento di formazione e fin da subito subito il metodo di “Correre Naturale” mi ha incuriosito. Senza pensarci due volte ho scelto di scoprirlo grazie a una sessione di coaching. Durante la prima sessione non credevo ai miei occhi. Lo stile della mia corsa era già totalmente cambiato, Daniele mi ha spiegato con chiarezza il perché degli errori che inconsciamente facciamo mentre corriamo. Fin dal primo incontro ho avuto la netta sensazione di aver messo finalmente al loro posto i pezzi di un puzzle: mi tornò alla mente la mia partecipazione alla “Milano City Marathon” di qualche anno prima, quando tornai a casa con le ginocchia distrutte e per circa una settimana ebbi fastidiosissimi dolori…finalmente mi fu chiaro il motivo! Ora corro in maniera più efficiente, riesco a godermi appieno le mie uscite e, sopratutto, non sento nessun dolore e non ho avuto più il benché minimo infortunio. Correre in modo naturale, come siamo stati progettati per fare, mi aiuta ad aumentare le prestazioni, in tutti i settori della mia vita personale e professionale! Posso dire solo che è da “correre” e lo consiglio vivamente: non crederai ai tuoi occhi!
Buon Correrre Naturale!!!


Massimo Ferrando


RUNNER AMATORE


“Rimbalzosi” e Reattivi….ecco come si diventa seguendo Daniele!!! Non sono un maratoneta né tanto meno un Ironman, non faccio pista e non ho mai corso a livello agonistico. Sono un uomo di 43 anni che ama correre, come molti, ma che è stufo di farlo dovendo sopportare tutta una serie di dolori ogni volta che esco per andare a correre, al punto di associare quella condizione di sofferenza alla corsa stessa. Ho sempre corso, da amatore, cercando di andare con regolarità, ma spessissimo costretto a soste sempre più lunghe, ogni volta ricominciando da zero, correndo per qualche mese, soffrendo, come tutti, nelle fasi iniziali per l’ovvia mancanza di allenamento, ma tribolando anche per dolori che mi hanno sempre accompagnato e che erroneamente attribuivo allo standard di sofferenza che credevo si dovesse provare nel correre. E così continuavo ad allenarmi fintanto che qualche infortunio non mi fermava; alcuni di natura traumatica, ma altri di origini ignote. Almeno fino a poco tempo fa, fino a quando non ho trovato “Correre Naturale” e Daniele con il suo Seminario/Workshop!!! La cosa più bella è stata il fatto che io abbia potuto frequentarlo proprio in uno dei momenti bui della mia attività sportiva. Dopo un anno che correvo con continuità mi sono dovuto ri-fermare per tutta una serie di acciacchi che piano piano si sono accumulati, come una forma di inquinamento che mi aveva contaminato tutto il “sistema”. Il seminario è stato una raffica di vento che ha spazzato via la “nube tossica” e riportato un raggio di luce! Finalmente avevo capito, mentre scorrevano le slide e Daniele spiegava in modo chiaro cause ed effetti dell’aver “dimenticato” a livello strutturale e funzionale il nostro saper correre. A fissare tutto questo ha contribuito anche la sua capacità di trasmetterci che tutto quanto diceva lo aveva sperimentato sulla sua pelle, giungendo a quelle conclusioni che sono poi il fondamento su cui si basa tutta la sua filosofia, recuperare la condizione funzionale “primitiva” del nostro corpo per poter re-imparare ad usarlo correttamente per ciò che è stato progettato: CORRERE!! Ulteriore chicca del seminario data da tutta una serie di esercizi accortezze che Daniele, Paola e Paolo ti “passano” per poter cominciare a risvegliare e attivare la muscolatura necessaria e progettata per la corsa. Una bella rampa di lancio verso quello che dovrebbe naturalmente diventare un processo di “ri-evulozione” del nostro corpo. Grazie Daniele, grazie a tutto lo staff di Correre Naturale e buoni km a tutti, tanti o pochi, lenti o veloci che siano, ma soprattutto fatti con piacere e senza dolore.


Nicola Emiliani


BATTERISTA


Ciao a tutti, ho il gran piacere di partecipare a queste recensioni, sperando di trasmettere ai lettori quanto per me sia stato importante conoscere ed applicare il metodo Correre Naturale.
Ho conosciuto Daniele per caso, in un escursione al Monte Conero organizzata da lui ed altri professionisti durante la quale ognuno interveniva riguardo il proprio ‘campo’: dallo yoga, alla meditazione fino alla corsa, appunto. Il modo in cui Daniele presentò la sua tecnica e le informazioni sulla naturalità del piede mi prese completamente facendomi intuire che forse avevo trovato quello che cercavo!
Mi chiamo Nicola…e NON sono un’atleta: la ragione per cui vorrei pubblicare la mia recensione è promuovere cheil metodo di Correre Naturale non ha effetti benefici sul solo mondo della corsa…ma anche in molte altre discipline! Suono la batteria da molti anni e, a causa di un infortunio malcurato alla caviglia avvenuto molti anni fa, non riuscivo ad avere sensibilità di movimento con il piede, fattore indispensabile per riuscire a trasmettere i colpi sullo strumento! Questa mancanza di sensibilità portava ad irrigidire gambe e schiena causando fastidi muscolari! Esercitandomi costantemente sugli esercizi consigliati da Daniele, ho aumentato molto la sensibilità al piede, risolvendo in gran parte il problema che fino a soli 3 mesi fa mi assillava ed eliminando i disturbi alla gamba e alla schiena! Visti i progressi ottenuti in cosi poco tempo, mi permetto di dire che il traguardo inizia a farsi vedere!
Qualsiasi attività/sport facciate nella quale sia coinvolto anche l’uso del proprio corpo, il programma Correre Naturale può esservi senz’altro d’aiuto…non esitate a chiedere e a provare!!
Grazie Daniele!


Riccardo Italia


RUNNER AMATORIALE


Mi sento un Runner che vive la corsa nella sua semplicità per il benessere che può restituire. Ho iniziato qualche anno fa anche se spesso bloccato da alcuni, fortunatamente sempre leggeri, infortuni e come capita in queste situazioni..si ricomincia come fosse la prima volta. Sono capitato “per caso” nella pagina Facebook di Correre Naturale e ho visto un evento organizzato per il giorno seguente, ho deciso subito di iscrivermi.
Una giornata piena di informazioni e anche molto pratica con esercizi e test. I miei complimenti a tutto lo staff di Correre Naturale per l’interessantissimo workshop su come essere consapevoli del proprio corpo ed imparare a correre di nuovo!! Dopo i vari esercizi, si sono già visti i primi benefici alla prima corsa effettuata al rientro. TOP!
Bravi tutti.


Michele Izzo


EX NAZIONALE KARATE E RUNNER AMATORIALE


Consiglio di partecipare assolutamente ai corsi di Correre Naturale, c’è molto da imparare! Daniele è molto compentente e professionale, chiaro nelle argomentazioni: attraverso esercizi chiari ed efficaci tutti ci siamo accorti di avere dei piedi! Incredibile la cosapevolezza. Io ho fatto sport agonistico, ero in nazionale, ho visto diversi coach e trainer e Daniele fa sicuramente parte dell’elìte degli allenatori. Quello che dice è tangibile, ne hai la prova immediata, si sentiva l’entusiasmo in tutti. Tecnica, consapevolezza, metodo, professionalità, umiltà. Sei un grande Coach Daniele! GRAZIE! È stata una bellissima esperienza, interessante, divertente, proficua. Ciao e buona corsa a tutti!


Luigi de Seneen


MANAGER E PERSONAL TRAINER


Mi occupo di formazione manageriale e sono personal trainer. Le due cose vanno di pari passo poiché credo che solo uno sviluppo integrato tra mente e corpo dia il massimo dei risultati. La mia esperienza di trainer è nata proprio in collaborazione con psicologi nel trattamento di pazienti depressi. I miglioramenti fisici, la pratica sportiva, il senso di auto efficacia hanno contribuito a velocizzare e stabilizzare la risoluzione degli stati depressivi. Da ciò la mia ancora più profonda convinzione che la miglior pratica sportiva sia la buona benzina per le perfomance personali e di lavoro. L’incontro con Daniele Vecchioni mi ha permesso di scoprire il mondo dell’allenamento naturale e della corsa naturale in particolar modo. Daniele ha la grande capacità di trasmettere concetti scientifici con grande semplicità facendo apprezzare il suo approccio con il ragionamento e la logica. Da qui è facile aprirsi al suo metodo, sperimentarlo e provarne subito i benefici.
La corsa naturale è una rivoluzione che riscopre il naturale rapporto tra uomo e corsa. Daniele mi ha fatto comprendere come ottimizzare i mie sforzi da runner senza più soffrire continuamente di dolori che credevo essere un normale corredo della mia pratica sportiva. Daniele con smisurata passione, pazienza e dedizione è in grado di far evolvere lo sportivo professionale e dilettante con un approccio a tutto tondo.
Nulla viene lasciato al caso. Da zero alla perfetta efficenza.


Deborah Caserotti


TRAIL RUNNER


Grazie Daniele per l’illuminante lezione: basta veramente poco per incanalarci in convinzioni che poi si rivelano assolutamente sbagliate! Io avevo la percezione di muovermi un po’ come la Costantina Dita, ma riguardando il video a rallentatore avevo di fronte un tronco con le gambe che correva! Mi impegnerò quotidianamente per raggiungere una mobilità diversa, complimenti per la tua preparazione e per come la sai trasmettere, in modo semplice e diretto…alla prossima lezione!


Loris Ciccalè


IRONMAN 70.3 FINISHER


Sportivo da sempre, decisi di pormi come obiettivo L’Ironman 70.3 di Pescara e mi segnai a un progetto neofiti in modo da essere seguito da persone competenti durante la preparazione atletica. Fin da subito capii che la mia struttura fisica non era idonea. Gli anni di altri sport e di pesi mi avevano aiutato sotto il profilo della massa muscolare, ma allo stesso tempo avevo perso molta elasticità nei movimenti, forza esplosiva e scioltezza. La tenacia con la quale ho sempre cercato di allenarmi, ahimè mal gestita, era diventata un ostacolo insuperabile. Il sovrallenamento condito con una tecnica non idonea hanno fatto si che il mio corpo corresse continuamente ai ripari costringendomi a continui stop, con infiammazioni e problemi di ogni tipo. Tra questi, in primis, la pubalgia: davvero una bestiaccia inguaribile. Poi l’infiammazione della bandelletta laterale, il dolore ad un ginocchio, il dolore al tendine d’achille, la contrazione dell’ ileo psoas con coinvolgimento del nervo sciatico. Tutti in successione, ogni mese un cedimento, stavo perdendo voglia e denaro, tra sedute di massaggi, osteopatia, fisioterapista. Ogni “specialista” mi proponeva un rimedio e una visione differente che però non riuscivano a risolvere il problema. Correre non era più un piacere ma una sopportazione del dolore. Riuscire a portare a termine una semplice seduta di corsa era già un risultato. La mia condizione atletica invece di migliorare, giorno dopo giorno stava andando in fumo e anche il tempo a disposizione per prepararmi stava diventando mio avversario perché la startline della gara era sempre più vicina. Preso dallo sconforto decisi di rivolgermi a Daniele che si prese subito a cuore il mio caso. I miglioramenti non tardarono ad arrivare. Dopo qualche seduta di studio approfondito della mia tecnica, ripartimmo da zero analizzando ogni gesto. Daniele mi ha ridato la serenità e la voglia di dare il massimo, cercando di farmi sfruttare al meglio tutte le mie capacità, attraverso un concetto semplice ma per nulla scontato: ‘il movimento naturale’. Con lui sto imparando ad ascoltare le sensazioni, i segnali di stanchezza o di benessere che il fisico mi invia. Ricominciare a correre seriamente è stato più facile del previsto, sono scomparse così, giorno dopo giorno, tutte le tensioni, sia articolari che muscolari, e ho potuto riprendere ad allenarmi con costanza e serenità, spinto dall’entusiasmo di un tempo. Anche la fatica, avversaria da sempre, è diventata una compagna su cui far riferimento. La nuova metodologia di corsa, il nuovo approccio mentale e gli esercizi semplici e mirati, fin da subito hanno dato i loro frutti! Finalmente, a giugno 2013, mi sono potuto presentare fiducioso all’appuntamento con l’Ironman 70.3! Sono fiero di averlo portato a termine in un tempo più che dignitoso di 5h 33’ 15’’ che, viste le premesse, è stato più che un successo. L’aiuto di Daniele è servito a reimparare a interpretare l’attività sportiva e a creare una struttura fisica armonica e funzionale. La pianta dei piedi sembra essersi rilassata, potenziata e ri-allargata dandomi una migliore stabilità e un ritorno elastico mai provato prima. I polpacci si sono ispessiti e irrobustiti, e con essi tutti i tendini del piede e delle gambe. Ad oggi Correre Naturale è un punto di riferimento sempre presente per la mia corsa e i miei allenamenti. Il prossimo obiettivo, oltre al miglioramento dei tempi sulle varie gare di triathlon per la prossima stagione, sarà affrontare la frazione corsa del prossimo Ironman 70.3 e questo grazie a Correre Naturale.
Grazie Daniele, ti stimo.